Il perizoma leopardato…

Il parroco giunse sul posto direttamente dalla banca di Verciano – precisò che era andato a versare le oblazioni della messa natalizia sul Santissimo Conto Corrente dei Bambini Poveri e Ciechi e Terribilmente Sfortunati della Favela della periferia sud di Santa Maria della Consolazione di Guadalupa –, e dopo aver parcheggiato la Golf Turbo Diesel si fece largo tra la folla come Mosè nel Mar Rosso, aiutato più dal prorompente addome che dalla caritatevole mano del Signore.

A tu per tu con la statua si pigiò gli occhiali sulla fronte, poi scosse ripetutamente il capo, come a dire che non vedeva nel monumento alcunché di demoniaco: certo c’era quel perizoma leopardato, ma in tv ogni sera si vedeva ben di peggio e mica si recitavano rosari. Anche una benedizione estemporanea, tanto per far contente le pie donne, gli parve superflua. Era tuttavia visibilmente dispiaciuto, come se lui o la Chiesa avessero perso un’occasione. Di questi tempi, ne sarebbero servite eccome di occasioni… Un miracoluccio da nulla, un’apparizione anche sfocata, un paio di cicatrici/stigmate su un qualsiasi frate barbuto che si sapesse vendere bene nei programmi pomeridiani… (L’ombelico di Adamo, pg.21)

perizoma_leopardato

N.b. Il perizoma ritrovato non è quello della statua di Cùzzole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...